Anonymous Italia: gli hacker tornano a colpire il governo

Sul blog svelati nuovi dati sensibili

Anonymous Italia: gli hacker tornano a colpire il governo
Stars Insider

05/11/18 | StarsInsider

LIFESTYLE hacker

I collettivi di hacker Anonymus Italia, LulzSec Ita e Antisec hanno appena concluso un attacco informatico volto a svelare dati sensibili provenienti dai siti web di diverse istituzioni italiane.

Nei giorni scorsi sono stati colpiti diversi comuni, regioni e province. Oggi l'attacco finale, rivelato con un post sul loro blog alle 14.00, si è diretto contro il CNR, il Ministero dello Sviluppo Economico, l'Associazione Polizia di Stato, Ferrovie e i partiti Fratelli d'Italia e PD, tra gli altri. 

  • I risultati?

Sono stati pubblicati i dati di migliaia di utenti registrati sui siti 'bucati', con tanto di password, email e, in alcuni casi, numeri di telefono. Il sito di Fratelli d'Italia, invece, rimanda direttamente al blog degli hacker. Una sorta di firma appare su tutte le pagine violate: "Perché l'ignoranza è una benedizione". 

  • Quali sono le motivazioni dell'attacco?

Il collettivo di hacker avrebbe voluto rendere evidenti le fragilità dei siti attaccati, in cui i dati degli utenti non vengono protetti a sufficienza. Il tre novembre sul loro blog si leggeva: "È inaccettabile che istituzioni di stampo nazionale e non, con migliaia di iscritti, non abbiano un minimo di criteri di sicurezza per salvaguardare i dati dei propri utenti. Inoltre, l'ipocrisia di questo Governo, nascosta dei media, che per i potenti non sono altro che strumenti di propaganda politica, è qualcosa che di certo non possiamo gradire. Noi preferiamo diffondere la Verità senza mezze misure, rendere pubblico tutto ciò che questo Paese ha di sbagliato perché è diritto del Popolo sapere."

  • Perché il 5 novembre?

Gli hacker hanno reso omaggio a Guy Fawkes, punto di riferimento per gli anarchici nonché personaggio coinvolto nel tentativo di uccidere il sovrano inglese Giacomo I il 5 novembre 1605, durante la cosiddetta 'Congiura delle polveri'. 

  • I precedenti

Nel novembre del 2017 gli stessi hacker avevano attaccato i Ministri dell'Interno e della Difesa. A febbraio di quest'anno si erano invece rivolti contro il sito della Lega e quello di Salvini. 

  • Chi c'è dietro al collettivo di hacker?

Poco si sa se non che loro si definiscono: 'Un gruppo di Umani che si è stancato di ascoltare sempre le stesse identiche frasi dalle persone che cercano di governare un paese di inestimato valore, che non merita questa fine'.

Il video con cui Anonymous Italia aveva annunciato l'annuncio delle azioni di hackeraggio:

COMMENTI

Campo obrigatório

Non perderti...


Le ultime scottanti notizie su programmi TV, cinema, musica e contenuti esclusivi sul mondo dello spettacolo!

Accetto le condizioni di utilizzo e la politica di privacy.
Voglio ricevere Offerte Esclusive dai partner (annunci pubblicitari)

Puoi facilmente ritirare l’iscrizione in qualsiasi momento
Grazie per esserti iscritto
Non perderti...